Monitor per Photoshop e Fotoritocco

I programmi di fotoritocco necessitano di monitor particolari, fatti ad hoc per ricreare i colori come sono nella realtà. Chi usa in modo professionale Photoshop, Lightroom ma anche altri programmi di disegno come Adobe Illustrator e fotoritocco sa quanto è importante che i colori che si vedono nel monitor corrispondano poi a quelli che usciranno in una stampa. Ma non solo, c’è da considerare la risoluzione, la luminosità, l’uniformità del pannello, le proporzioni dello schermo, la calibrazione ecc.

Ci sono dunque una serie di fattori da prendere in considerazione per scegliere il miglior monitor per Photoshop, ma una preoccupazione regna sopra tutte le altre: la capacità di un monitor di visualizzare colori accurati. Senza la precisione del colore, puoi passare ore a modificare un’immagine solo per finire con un abominio di una stampa. Senza un display dal colore accurato, non c’è alcuna garanzia che le immagini che stai modificando presentino i colori che hai visto attraverso l’obiettivo della tua fotocamera . E’ pure vero che esistono dei “calibratori per monitor” professionali che possono essere acquistati a parte, ma costano quanto un monitor economico.

Per evitare questa problematica iniziamo optando per un monitor con pannello IPS per assicurarti che i colori vengano visualizzati correttamente e contemporaneamente ci sia un buon angolo di visione. Dovrai anche vedere quanta parte dello spettro sRGB e Adobe RGB può visualizzare il tuo monitor. L’ideale è circa il 90% per sRGB e il 70% per Adobe.

La definizione del monitor gioca altresì un ruolo importante per gestire contemporaneamente e nel livello di dettaglio massimo foto e video in alta risoluzione, in formato UHD o 4K. Se FHD, WQHD o 4K fanno una grande differenza è un argomento abbastanza controverso, ma daremo un’occhiata. Faremo anche un tuffo nell’eterna domanda: “Le dimensioni contano?”, ovvero meglio un monitor grande da 32 pollici in piu’ o basta un 24 o 27 pollici?

Monitor migliori per Photoshop

  • Eizo CS240 . Il miglior acquisto sul mercato, ottimo rapporto qualità-prezzo. È disponibile in tre edizioni, quella con il software ColorNavigator ma senza sensore . Questo è un monitor di livello professionale di altissima qualità.
  • BENQ SW270. Sempre in diverse edizioni con/senza software di calibrazione e sensore, un gioiellino con supporto HDR.
  • Eizo 2420. Questi ultimi due, il NEC e l’Eizo, sono molto simili sotto tutti gli aspetti e hanno un prezzo molto simile. Difficile scegliere tra di loro. Entrambi spingono gli standard fino in fondo.

EIZO CS2420-BK UXGA Wide LCD Monitor 24.1", Nero

Prezzo: 1.046,99 €

1 Nuovo e usato disponibile da 1.046,99 €

Caratteristiche migliori monitor Photoshop

Abbiamo già accennato a quali sono le caratteristiche che deve avere un buon monitor per il fotoritocco. Torniamoci sopra in maniera dettagliata.

Colore

Come abbiamo già specificato l’ editing fotografico professionale richiede una copertura completa di SRGB e Adobe Color, ovvero che sia conforme a questi “spazi colore”.  Quindi se il monitor non è in grado di riprodurre i colori in modo appropriato è inutile utilizzarlo per il fotoritocco.

L’utilizzo di uno schermo che non è in grado di visualizzare con precisione un’ampia gamma di colori significa che non modificherai la foto che hai effettivamente scattato.

Per evitare ciò, come detto, optate per un monitor con pannello con tecnologia IPS, che utilizza cristalli liquidi allineati per visualizzare colori intensi. Vuoi assicurarti che il monitor possa gestire il 90 percento per sRGB e il 70 percento per Adobe. Certo, puoi utilizzare strumenti di calibrazione online, ma molti monitor ora forniscono un software di calibrazione integrato per assicurarti che i colori che stai vedendo siano rappresentati su altri monitor, sui social media e nelle stampe.

Risoluzione

Prendi in considerazione l’utilizzo del 4K, o meglio di un monitor con risoluzione Uhd a 3840×2160 pixel. Non tutti i fotografi lavorano con un monitor 4K, ma è difficile negare i vantaggi di una definizione più alta. Un monitor che mostra più dettagli significa che sarai in grado di apportare modifiche più precise.

Photoshop brilla davvero in 4K e la sua scalabilità significa che sarai in grado di lavorare su foto in piena definizione senza che occupino l’intero schermo. Se lavori con video 4K, sicuramente vorrai modificare in quel formato. Prima di comprare un monitor 4K, devi assicurarti che il tuo computer o schedava video supporti questa risoluzione. In caso contrario, potrebbe essere il momento per cambiare computer.

monitor ultra-wide

Più spazio hai per visualizzare le tue foto, più dettagli verranno visualizzati. I monitor ultrawide 21:9 forniscono lo spazio di cui hai bisogno durante il multitasking, utilizzando i tuoi strumenti di modifica insieme alle tavolozze e immergendoti in profondità nelle tue bozze. I monitor tradizionali hanno un rapporto 16:9 mentre i monitor ultrawide visualizzano 21:9 o superiore.

I monitor ultrawide offrono l’esperienza di lavorare su due monitor a un costo generalmente inferiore. Anche l’installazione di un monitor di grandi dimensioni è generalmente più semplice e richiede meno cavi.

monitor-photoshop

La chiave per l’ultrawide è diventare grandi. Non scendere sotto i 34″. Qualsiasi cosa al di sotto questo formato avrai ritorni decrescenti in termini di definizione e usabilità. Se non puoi permetterti un ultrawide oltre i 34″, è meglio considerare un monitor ad alta definizione piuttosto che uno spazio di lavoro orizzontale più ampio.

monitor curvo per il fotoritocco

I monitor curvi per il fotoritocco offrono un’esperienza coinvolgente diversa da qualsiasi altra, offrendoti lo spazio di un ultrawide. Progettati pensando all’occhio umano, i monitor curvi espandono il campo visivo curvando i bordi dello schermo verso lo spettatore, portando l’immagine nella visione periferica.

I loro vantaggi includono una riduzione dell’affaticamento degli occhi in modo da poter lavorare più a lungo senza bisogno di pause. I loro bordi curvi riducono anche la distorsione dell’immagine, rendendo più facile valutare l’impatto delle modifiche. Come i monitor ultrawide, in genere ti danno più spazio per il multitasking. Non consigliamo di prendere un monitor curvo inferiore a 34 pollici. La curva non significa molto senza le dimensioni per adattarla.

Potresti innamorarti di una funzionalità come ultrawide o curvo, ma trovare un monitor che intendi dedicare al fotoritocco significa giudicare come più funzionalità si uniscono per soddisfare le tue esigenze. Non possiamo sottolineare abbastanza quanto siano importanti l’IPS e la precisione del colore per una formula vincente. Oltre a ciò, si consiglia una risoluzione superiore allo standard HD, così come un monitor dedicato alla precisione del colore, insieme a un design che riduce l’affaticamento degli occhi. Se hai intenzione di utilizzare regolarmente il monitor per l’intrattenimento e il gioco, entrano sicuramente in gioco altri fattori.